CLASSICO LINGUISTICO ARTISTICO
LICEO STATALE CHIABRERA - MARTINI Savona
Esame di stato

 Esami di Stato del secondo ciclo di istruzione 

Oggetto: Svolgimento Esami di Stato. a.s. 2019/2020 . Misure di prevenzione e contenimento del contagio epidemiologico attivate presso il Liceo “Chiabrera Martini”

L’O.M. 10 del 16 maggio 2020 fissa l’inizio degli esami al 17 giugno, ore 8.30.

Per quest'anno è previsto il solo colloquio orale. I crediti e il voto finale si baseranno sul percorso realmente svolto dagli studenti.

Al fine di dare il giusto peso al percorso scolastico, il credito del triennio finale potrà valere fino a 60 punti, anziché 40, come prima dell'emergenza sanitaria.

Al colloquio orale si potranno conseguire fino a 40 punti. Il voto massimo finale possibile resta 100/100. Si potrà ottenere la lode.

La prova orale si svolgerà in presenza (a meno che le condizioni epidemiologiche non lo consentano e con specifiche deroghe per casi particolari) davanti a una commissione composta da sei membri interni e un Presidente esterno.

In apertura di colloquio, ciascun candidato discuterà un elaborato sulle discipline di indirizzo, assegnato dai docenti delle suddette discipline a ogni studente entro il 1° giugno. Seguirà la

discussione di un breve testo studiato durante l'ultimo anno nell'ambito dell'insegnamento di lingua e letteratura italiana. Saranno poi analizzati materiali coerenti con il percorso svolto, assegnati dalla commissione. In chiusura, saranno esposte dal candidato le esperienze svolte nell'ambito dei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento e accertate le conoscenze relative a “Cittadinanza e Costituzione”, secondo quanto effettivamente svolto dalla classe.

Per quanto riguarda le misure organizzative, di prevenzione e protezione, nonché semplici regole per l'utenza per lo svolgimento dell'esame di Stato in sicurezza, si riportano di seguito indicazioni di carattere generale per garantire la coerenza con le misure essenziali previste per il contenimento dell'epidemia.

Si precisa che oltre alle misure di prevenzione collettive e individuali messe in atto nel contesto scolastico è necessaria la collaborazione attiva di studenti e famiglie che dovranno continuare a mettere in pratica i comportamenti generali previsti per il contrasto alla diffusione dell’epidemia, nel contesto di una responsabilità condivisa e collettiva.

Le iniziative relative alle misure specifiche adottate dal liceo “Chiabrera Martini” per la prevenzione e il contenimento del rischio da contagio sono state concordate con RSSP, Medico del lavoro, RSU e RLS della scuola .

Le misure organizzative relative alla gestione degli spazi, finalizzati ad un adeguato distanziamento, e alle procedure di igiene individuale delle mani e degli ambienti, costituiscono il focus delle presenti indicazioni.

Inoltre, è stato valutato un eventuale impatto sulla mobilità dei candidati, determinato dagli spostamenti correlati all’effettuazione dell’esame di Stato. Pertanto, sono previsti calendari di convocazione scaglionati dei candidati, suggerendo, altresì qualora possibile, l'utilizzo del mezzo proprio.

Le misure organizzative, di prevenzione e di protezione prevedono misure di pulizia e di igienizzazione che il Dirigente scolastico assicurerà con congruo anticipo rispetto all'inizio delle operazioni, attraverso la sanificazione effettuata con ditte specializzate e con personale scolastico.

Nel procedere per la pulizia approfondita dei locali destinati all'effettuazione dell'esame di Stato, ivi compresi androne, corridoi, bagni, uffici di segreteria e ogni altro ambiente che si prevede di utilizzare, sarà posta particolare attenzione alle superfici più toccate quali maniglie e barre delle porte, delle finestre, sedie e braccioli, tavoli/banchi/cattedre, interruttori della luce, corrimano, rubinetti dell'acqua, pulsanti dell'ascensore, ecc.

Saranno assicurate inoltre, al termine di ogni sessione di esame (mattutina/pomeridiana), misure specifiche di pulizia delle superfici e degli arredi/materiali scolastici utilizzati nell'espletamento della prova, oltre alle quotidiane operazioni di pulizia.

Saranno resi disponibili prodotti igienizzanti (dispenser di soluzione idroalcolica) per i candidati e il personale della scuola, in più punti dell'edificio scolastico e, in particolare, per l'accesso al locale destinato allo svolgimento della prova d'esame per permettere l’igiene frequente delle mani. Per quanto attiene le misure organizzative ciascun componente della commissione convocato per l'espletamento delle procedure per l'esame di Stato dovrà compilare apposita dichiarazione predisposta all’ingresso dell’edificio.

Qualora sussista una delle condizioni riportate nell’autocertificazione, il componente interessato dovrà essere sostituito secondo le norme generali vigenti; nel caso in cui la sintomatologia respiratoria o febbrile si manifesti successivamente al conferimento dell'incarico, il commissario non dovrà presentarsi per l’effettuazione dell’esame, comunicando tempestivamente la condizione al Presidente della commissione al fine di avviare le procedure di sostituzione o sospensione, nelle forme previste dall’ordinanza ministeriale ovvero dalle norme generali vigenti.

La convocazione scaglionata dei candidati, con scansione oraria predefinita, è uno strumento organizzativo utile al fine di prevenire assembramenti di persone in attesa, fuori dei locali scolastici.

Il calendario di convocazione sarà comunicato preventivamente sul sito della scuola e con mail al candidato tramite registro elettronico, con verifica dell’avvenuta ricezione.

Qualora fosse necessario, il candidato potrà richiedere alla scuola il rilascio di un documento che attesti la convocazione, al fine di fruire della precedenza di accesso ai mezzi pubblici, per il giorno dell’esame.

Il candidato dovrà presentarsi a scuola 15 minuti prima dell'orario di convocazione previsto e dovrà lasciare l'edificio scolastico subito dopo l'espletamento della prova. Potrà essere accompagnato da una sola persona.

All'ingresso della scuola non sarà necessaria la rilevazione della temperatura corporea.

All'atto della presentazione a scuola anche il candidato e l’eventuale accompagnatore dovranno produrre un'autodichiarazione attestante le stesse condizioni richieste ai componenti la commissione.

Qualora quelle condizioni dovessero sussistere, lo stesso candidato non dovrà presentarsi per l’effettuazione dell’esame, producendo tempestivamente la relativa certificazione medica, al fine di consentire alla commissione la programmazione di una sessione di recupero nelle forme previste dall’ordinanza ministeriale ovvero dalle norme generali vigenti.

In considerazione delle caratteristiche strutturali dei due plessi scolastici, sono stati previsti percorsi dedicati di ingresso e di uscita dalla scuola, chiaramente identificati con opportuna segnaletica di “Ingresso” e “Uscita”, in modo da prevenire il rischio di interferenza tra i flussi in ingresso e in uscita.

I locali scolastici destinati allo svolgimento dell’esame di Stato sono sufficientemente ampi per consentire il distanziamento di seguito specificato.

Gli ambienti sono dotati di finestre per favorire il ricambio d’aria; l’assetto di banchi e di posti a sedere destinati alla commissione garantisce un distanziamento – anche in considerazione dello spazio di movimento – non inferiore a 2 metri; anche per il candidato è assicurato un distanziamento non inferiore a 2 metri, oltre lo spazio di movimento, dal componente della commissione più vicino. Le stesse misure minime di distanziamento sono assicurate anche per l'eventuale accompagnatore. Viene garantito un ricambio d'aria regolare e sufficiente nel locale di espletamento della prova favorendo, in ogni caso possibile, l'aerazione naturale.

I componenti della commissione dovranno indossare per l'intera permanenza nei locali scolastici mascherina chirurgica che verrà fornita dal personale della scuola, che ne assicurerà il ricambio

dopo ogni sessione di esame (mattutina /pomeridiana).

Il candidato e l’eventuale accompagnatore dovranno indossare per l'intera permanenza nei locali scolastici una mascherina chirurgica o di comunità di propria dotazione. Non sono necessari ulteriori dispositivi di protezione. Non sono previste consegne e/o passaggi di documenti cartacei tra i candidati ed i membri della commissione, ma ogni trasmissione di documenti e/o elaborati avverà esclusivamente in via telematica per essere poi proiettata su lim.

Nel corso del colloquio, il candidato potrà abbassare la mascherina assicurando però, per tutto il periodo dell'esame orale, la distanza di sicurezza di almeno 2 metri dalla commissione d’esame.

Anche per tutto il personale non docente, in presenza di spazi comuni con impossibilità di mantenimento del distanziamento, è necessario indossare la mascherina chirurgica.

I componenti della commissione, il candidato, l'accompagnatore e qualunque altra persona che dovesse accedere al locale, destinato allo svolgimento della prova d'esame, dovrà procedere all’igienizzazione delle mani in accesso ai locali. Pertanto non sarà necessario l'uso di guanti.

I locali scolastici destinati allo svolgimento dell’esame di Stato prevedono un ambiente dedicato all'accoglienza e isolamento di eventuali soggetti (candidati, componenti della commissione, altro personale scolastico) che dovessero manifestare una sintomatologia respiratoria e febbre. In tale evenienza il soggetto vi permarrà in attesa dell'arrivo dell’assistenza necessaria attivata secondo le indicazioni dell'autorità sanitaria locale.

Per favorire lo svolgimento dell’esame agli studenti con disabilità certificata sarà consentita la presenza di eventuali assistenti (es. OEPA, Assistente alla comunicazione); in tal caso per tali figure, non essendo possibile garantire il distanziamento sociale dallo studente, è previsto l’utilizzo di guanti oltre la consueta mascherina chirurgica.

Inoltre per gli studenti con disabilità certificata il Consiglio di Classe, tenuto conto delle specificità dell'alunno e del PEI, sentita la famiglia, ha la facoltà di esonerare lo studente dall’effettuazione della prova di esame in presenza, stabilendo la modalità in video conferenza come alternativa.

Delle misure di prevenzione e protezione di cui alla presente comunicazione sarà possibile prendere visione sul sito della scuola nella sezione esame di Stato.

Le predette misure di prevenzione e protezione indicate contano sul senso di responsabilità di tutti nel rispetto delle norme igieniche e del distanziamento e sulla collaborazione attiva di studenti e famiglie nel continuare a mettere in pratica i comportamenti previsti per il contrasto alla diffusione dell’epidemia.

Il Dirigente Scolastico

Prof. Alfonso Gargano

I DOCUMENTI DEL 30 MAGGIO 2020 SONO PUBBLICATI NELLA SEZIONE "COMUNICATI"

Ritiro diplomi

Si avvisa che per il ritiro dei diplomi di maturità è necessario contattare telefonicamente l'ufficio di segreteria per concordare giorno e ora.

Gli studenti devono presentarsi personalmente con un documento di identità e consegnare l’attestazione del bollettino di ccp n. 1016 intestato a: “Agenzia delle Entrate – centro operativo di Pescara – tasse scolastiche “ dell’importo di euro 15,13.

In caso di impossibilità del diplomato, il diploma può essere ritirato da un familiare maggiorenne solo con delega sottoscritta dallo studente e fotocopia dei documenti di identità del delegante e del delegato (si allega facsimile di delega).

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.