ARCHIVIO SEMINARI - CONFERENZE - INTERVISTE - EVENTI

               

I COLORI DELLA SCIENZA

Il Liceo Chiabrera Martini, con le Classi IIIC dell’indirizzo Classico e 5H dell’indirizzo Linguistico, hanno preso parte al progetto Art&Science Across Italy, terminato giovedì 21 Aprile 2022, presso la Biblioteca Universitaria di Genova dove, a conclusione dell’esposizione dei lavori presentati dalle varie scuole partecipanti, si è svolta la cerimonia di premiazione della fase genovese. Al Progetto, organizzato e coordinato dall’INFN e dal CERN di Ginevra, hanno preso parte più di 70 Istituti Superiori: i lavori prodotti dai ragazzi sono stati esibiti in diverse città italiane e i vincitori delle singole tappe vedranno le loro opere esposte in una mostra a Napoli, dove avverrà la premiazione finale.

Gli studenti del Liceo Chiabrera Martini hanno affrontato il percorso con entusiasmo, interesse e convinzione, basando gli elaborati su concetti di carattere scientifico che hanno attirato e suscitato la loro curiosità, a seguito delle numerose ed appassionanti conferenze on-line alle quali hanno preso parte nel precedente anno scolastico. Coordinati e sostenuti dalla Proff.sse Angela Vigna e Silvia Scotti, nonché da tutti i Docenti dei due Consigli di Classe, i ragazzi hanno prodotto opere singolari e attraenti: una in particolare ha attirato l’attenzione della giuria, composta da scienziati e specialisti in ambito artistico dell’ateneo genovese, che ha assegnato al gruppo della Classe IIIC, formato dagli alunni Angelica Brocca, Agata Boraschi e Alessandro Giannone, il primo dei 5 premi speciali fuori concorso, con l’opera ispirata all’esistenza dei buchi neri e intitolata “Dentro l’oscurità”,.

Il Liceo, orgoglioso della partecipazione all’iniziativa di carattere nazionale e di tutti i lavori prodotti dai ragazzi, allestirà una piccola mostra interna delle opere, che potranno così essere osservate e illustrate direttamente dagli ideatori.

Dalle nostre parti

La letteratura in Liguria dal Novecento ad oggi

 

Omaggio a Sbarbaro

primo incontro

Camillo Sbarbaro Lettere a Giovanni Giudici (1952-1967)

San Marco dei Giustiniani ed. Genova 2021

 

 

1 dicembre 2021 ore 16 Aula Magna del Liceo

 

 Simona Morando - Francesca Colombi

a cura di Pier Luigi Ferro

 

 

Le lettere di Camillo Sbarbaro a Giovanni Giudici raccontano il rapporto tra i due scrittori: il più giovane agli albori della sua carriera e ancora alla ricerca di una propria identità letteraria; il più anziano già da un quindicennio ritirato nel silenzio e nella quiete di Spotorno, ma che sarebbe stato protagonista, in quegli anni, di una rifioritura letteraria. Giudici ricercava in Sbarbaro un maestro, chiedendogli opinioni circa le sue poesie e ritenendolo un coetaneo della nuova generazione di scrittori; Sbarbaro non era avaro di sinceri consigli da padre: «Non ti proporre di “cambiar strada”, non fissarti itinerari (che del resto non seguiresti): lasciati condurre per mano. Non mirare a nessun porto, lo raggiungerai anche tuo malgrado».   
Questa edizione è articolata in tre fasce di commento: la prima registra la tipologia del contributo ed i timbri postali di partenza e di arrivo; la seconda rimanda al testo, presenta le varianti, le aggiunte e le correzioni di mano sbarbariana; la terza cerca invece di offrire al lettore informazioni riguardo al panorama letterario del tempo, con gli scrittori, i premi, le discussioni e il clima, della stagione tra gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta del Novecento. In chiusura del libro vengono infine proposti gli scritti di Giudici su Sbarbaro pubblicati tra il 1955 ed il 1989.

 

Di seguito il link per accedere alla registrazione della conferenza

LETTERA A GIOVANNI GIUDICI – CAMILLO SBARBARO

 

       

 

Dalle nostre parti

La letteratura in Liguria dal Novecento ad oggi

 

Per Camillo Sbarbaro

secondo incontro

 

ANGELO BARILE 

 

Per prendere congedo. Lettere ad Angelo Barile (1947-1967)

San Marco dei Giustiniani ed. Genova 2020

a cura di Stefano Verdino e Domenico Astengo

 coordinamento di Pier Luigi Ferro

 

La storia di un’amicizia nata sui banchi di scuola, nel lontano 1904, e durata lungo tutta la vita di Camillo Sbarbaro, una delle più importanti voci della poesia italiana del Novecento, e di Angelo Barile, il “poeta della grazia”. Così lo definì il comune maestro, Adelchi Baratono, loro professore di filosofia al Liceo Chiabrera di Savona. L’epistolario, ordinato da Domenico Astengo e Stefano Verdino che lo presenteranno, raccoglie le  lettere di Sbarbaro all’amico, testimoniando gli ultimi venti anni di un rapporto umano e letterario delicato, complesso e affettuoso che si è protratto fino al 1967, anno della scomparsa di entrambi a pochi mesi di distanza.

DI SEGUITO IL LINK PER ACCEDERE ALLA CONFERENZA:

Per prendere congedo. Lettere ad Angelo Barile (1947-1967)

 

 

Locandina Journée de la philosophie

La registrazione della conferenza del prof. Ferro sul tema «Sbarbaro, Dante e il Liceo Chiabrera» tenuta alla Sala dei Chierici di Genova il 29 marzo è ora visibile in rete al link

Sbarbaro, Dante e il Liceo Chiabrera

La strategia della tensione e le “bombe di Savona”

IL SANGUE E GLI IDEALI. IROSSI AL POTERE

Di seguito il link per accedere alla registrazione della conferenza

IL SANGUE E GLI IDEALI. I ROSSI AL POTERE