ARCHIVIO SEMINARI - CONFERENZE - INTERVISTE - EVENTI

               

 

Dalle nostre parti

La letteratura in Liguria dal Novecento ad oggi

 

Omaggio a Sbarbaro

primo incontro

Camillo Sbarbaro Lettere a Giovanni Giudici (1952-1967)

San Marco dei Giustiniani ed. Genova 2021

 

 

1 dicembre 2021 ore 16 Aula Magna del Liceo

 

 Simona Morando - Francesca Colombi

a cura di Pier Luigi Ferro

 

 

Le lettere di Camillo Sbarbaro a Giovanni Giudici raccontano il rapporto tra i due scrittori: il più giovane agli albori della sua carriera e ancora alla ricerca di una propria identità letteraria; il più anziano già da un quindicennio ritirato nel silenzio e nella quiete di Spotorno, ma che sarebbe stato protagonista, in quegli anni, di una rifioritura letteraria. Giudici ricercava in Sbarbaro un maestro, chiedendogli opinioni circa le sue poesie e ritenendolo un coetaneo della nuova generazione di scrittori; Sbarbaro non era avaro di sinceri consigli da padre: «Non ti proporre di “cambiar strada”, non fissarti itinerari (che del resto non seguiresti): lasciati condurre per mano. Non mirare a nessun porto, lo raggiungerai anche tuo malgrado».   
Questa edizione è articolata in tre fasce di commento: la prima registra la tipologia del contributo ed i timbri postali di partenza e di arrivo; la seconda rimanda al testo, presenta le varianti, le aggiunte e le correzioni di mano sbarbariana; la terza cerca invece di offrire al lettore informazioni riguardo al panorama letterario del tempo, con gli scrittori, i premi, le discussioni e il clima, della stagione tra gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta del Novecento. In chiusura del libro vengono infine proposti gli scritti di Giudici su Sbarbaro pubblicati tra il 1955 ed il 1989.

 

Di seguito il link per accedere alla registrazione della conferenza

LETTERA A GIOVANNI GIUDICI – CAMILLO SBARBARO

 

 

 

Locandina Journée de la philosophie